Come affrontare l’ansia

Video: Il XIV Dalai Lama — “Essere ottimista”
Per avviare i sottotitoli, per favore clicca sull’icona “Sottotitoli” nell‘angolo in basso a destra sullo schermo. Per cambiare la lingua dei sottotitoli, per favore clicca sull‘icona “Impostazioni”, poi clicca “Sottotitoli” e scegli la lingua che preferisci.

Spesso il mondo sembra come un luogo matto. Guardate semplicemente i notiziari: I terroristi stanno per attaccare! L’economia è un disastro! E l’ambiente – non chiederlo neppure. È abbastanza per farti convincere a rimanere a letto per il resto della settimana.

E questo è soltanto il mondo esterno. Dobbiamo anche affrontare le nostre vite. Dove andare per la nostra prossima vacanza? Come far fronte a quel collega che ha appena ottenuto la promozione che volevamo disperatamente? Cosa fare effettivamente con le nostre vite?

Quando siamo giovani, ci viene detto che possiamo diventare qualunque cosa vogliamo. “Segui i tuoi sogni”, dicevano. Ma quanti di noi stanno vivendo il loro sogno? Quanti di noi scorrono i feed dei nostri social media, invidiosi di coloro che effettivamente sembrano vivere il loro sogno? Tutte quelle vacanze in spiaggia e denti bianchi perfetti – hanno trovato la chiave per la vita, mentre noi siamo bloccati in un cupo ufficio.

Quest’idea di felicità può sembrare come una favola o semplicemente un altro slogan pubblicitario – qualcosa per cui lavoriamo ora, il cui godimento avverrà in qualche indeterminata data futura. Ma a prescindere da quanto duramente lavoriamo, non c’è nessuna garanzia di felicità. Alcune persone ottengono dottorati per finire a lavorare al McDonalds, mentre altri diventano incredibilmente ricchi e famosi, solo per finire depressi e suicidarsi. Tutto questo ci rende ansiosi sulla vita, e ciò genera ansia sociale, in cui ci paragoniamo costantemente con gli altri. Quando incontriamo un’altra persona con i nostri occhi, ci sentiamo a disagio e, insicuri, proviamo a nasconderci dietro lo schermo del nostro smartphone.

Questa è la piaga dei nostri tempi. Potrebbe non sembrare così pericolosa come l’AIDS, il cancro o la depressione, ma l’ansia prosciuga le nostre energie e crea una costante sensazione in sottofondo di disagio. È ciò che ci fa distrarre con nuove serie TV e con lo scorrere delle notizie su Facebook, tutto perché troviamo insopportabile di stare da soli con i nostri pensieri. Abbiamo bisogno degli auricolari e di musica costante per rendere le cose sopportabili.

Non dev’essere così. Tutti noi sappiamo che dovremmo essere grati per ciò che abbiamo nelle nostre vite, e che non dovremmo mai paragonarci agli altri. Ma questo cosa vuol dire effettivamente? Come possiamo superare l’ansia?

Fai un passo indietro

Abbiamo bisogno di fare un passo indietro e analizzare le nostre vite. Sembra noioso, ma semplicemente non possiamo saltarlo. Cosa vogliamo dalla vita? Non c’è un modo corretto per tutti, ma ci sono state persone nello stesso sentiero prima di noi. Potremmo voler diventare una rock star, ma saremmo davvero felici con i paparazzi che ci inseguono giorno e notte? Le rock star diventano più felici nel corso degli anni? Quanti passano all’alcool e alle droghe? Dopo dobbiamo pensare se siamo disposti a metterci il tempo e l’energia necessari per questo.

Trova una figura di riferimento

Se abbiamo trovato un modo di vivere che rende la vita più felice e più significativa, il prossimo passo è trovare qualcuno che la incarna. Per essere un grande musicista, abbiamo bisogno di praticare. Per diventare un calciatore, abbiamo bisogno di praticare. Persino soltanto per camminare, è stato necessario praticare, anche se potremmo non ricordarlo adesso. Qui il messaggio è che senza una causa, non c’è un risultato. Per ottenere qualcosa nella vita ci vuole impegno. Una figura di riferimento può darci consigli e diventare una grande fonte d’ispirazione.

Aiuta gli altri

È così facile diventare assorti nei nostri pensieri e desideri. Noi pensiamo principalmente a ciò che vogliamo e di cui abbiamo bisogno dalla vita, e ogni volta che qualcuno si mette in mezzo, andiamo in tilt. Una larga parte dell’ansia è sentirsi isolati, ma il modo migliore per connetterci con gli altri è di prenderci cura di loro in maniera genuina. Se pensiamo solo a noi stessi, siamo destinati ad essere infelici; mentre aiutare gli altri con tutto il cuore è scientificamente provato che riduca l’ansia e aumenti la nostra felicità.

Non è necessario che sia qualcosa di grande. Un sorriso a qualcuno in un giorno cupo, o solo ringraziare sinceramente una persona può essere abbastanza per sollevare gli spiriti di entrambe le parti. Non farlo con un senso di obbligo, ma per un desiderio genuino di allietare il giorno di qualcuno. In seguito, nota cosa accade al tuo stato mentale.

Renditi conto di chi sei

A tutti noi piace pensare che siamo unici, ma questo semplicemente prova che siamo tutti uguali. Quando diciamo “renditi conto di chi sei”, si tratta davvero di comprendere chi siamo. Tutti noi abbiamo problemi, e una vita perfetta semplicemente non esiste. Non credere in ogni cosa che pensi!

Proprio come non mostreremmo mai delle foto in cui pensiamo di avere un brutto aspetto, nemmeno lo farebbero altre persone. Abbiamo paura di essere ridicolizzati in pubblico – e sai cosa? – è lo stesso per tutti gli altri. Anche se viviamo in un’era in cui siamo bombardati da vite apparentemente perfette, non dovremmo cadere nella trappola. Se rimaniamo consapevoli di questi punti, con tutto il cuore proviamo a dare felicità agli altri, e lavoriamo per rendere le nostre vite significative, la nostra ansia gradualmente si dissolverà.