5 principi buddhisti per aiutare a gestire un’attività

Il Buddhismo è spesso associato alla meditazione, ma offre anche numerose intuizioni in modi di pensare che possono essere applicati in ogni campo. Esaminiamo alcuni principi buddhisti che possono aiutarci a gestire qualunque progetto o attività.

Definisci l’obiettivo

Il Buddhismo sottolinea molto [l’importanza] di avere una chiara comprensione dell’obiettivo e della direzione [in cui si vuole andare] prima di impegnarsi nella pratica buddhista. L’obiettivo è di sbarazzarsi completamente delle emozioni disturbanti e di realizzare tutto il potenziale delle nostre menti e dei nostri cuori. Questo stato finale si chiama “illuminazione”.

In maniera simile, quando cominciamo qualunque progetto o attività, è cruciale definirne l’obiettivo. È il profitto? Si tratta di creare un certo valore per i clienti o di risolvere qualche problema difficile che stanno avendo? Se definisci l’obiettivo nel modo più preciso [possibile], sarà più facile escogitare la strada che può portarti ad esso, e la probabilità di raggiungere quell’obiettivo sarà maggiore.

Segui il principio di causa ed effetto

Quando definiamo l’obiettivo, abbiamo bisogno di capire le cause che condurrebbero a questo risultato. Per l’illuminazione le cause consistono nel bloccare il nostro comportamento distruttivo e addestrare le buone qualità delle nostre menti, familiarizzandoci con modi realistici e costruttivi di percepire e affrontare il mondo.

Nel caso di un progetto imprenditoriale dobbiamo usare la logica per individuare le cause che ci condurrebbero al nostro traguardo finale. Il processo è simile alla decompilazione (reverse engineering). Iniziamo a rintracciare la sequenza logica di azioni che porterebbero a un obiettivo definito. Questo processo aiuta a definire i passi necessari per raggiungere l’obiettivo creando una buona base per una “cartina stradale” del progetto.

Compassione: risolvere il problema di un cliente

La compassione è uno dei più importanti principi buddhisti. Secondo gli insegnamenti del Buddha:

La compassione è il desiderio che gli altri siano liberi dalle loro sofferenze.

Cos’ha a che fare con un’attività? Un’impresa offre una soluzione al problema di un cliente. Se una soluzione offerta da un’impresa è migliore di altre soluzioni preesistenti, vincerà la competizione. Quindi comprendere un problema che i nostri potenziali clienti potrebbero affrontare e avere un atteggiamento empatico verso di esso sono cruciali. Dobbiamo identificare e tenere sempre a mente qualche problema reale che il nostro target sta avendo nella vita e grazie a quella comprensione cercare di risolvere questo problema nel miglior modo possibile. La compassione è la base per un approccio in cui il cliente e l’utente vengono per primi e sono al centro dell’impresa.

Impermanenza: adattarsi a un mondo in cambiamento

L’analisi buddhista ci offre un’altra valida intuizione sulla realtà: ogni cosa cambia costantemente – noi stessi, l’ambiente, e tutte le persone attorno a noi. È molto facile rimanere bloccati in un’idea che sembra ovvia e solida; ma in una realtà che cambia rapidamente spesso diventa una causa per avere una visione limitata, per essere testardi e inflessibili.

Prendiamo Netflix come esempio. Si resero conto che internet aveva cambiato gli schemi di consumo dei media. I vecchi metodi avevano soltanto una soluzione per accedere a contenuti video: affitta un DVD. Ma Netflix comprese che c’è un modo più facile per farlo: il video streaming. Tutta l’industria dei media non capì l’impermanenza del marcato e delle abitudini degli utenti. Ma Netflix lo comprese per primo cambiando tutto questo settore per sempre.

Etica: rispetta te stesso, il tuo team e il consumatore

L’etica buddhista si basa sul principio della non violenza. Ci rendiamo conto che tutti vogliono essere felici e non vogliono soffrire. Se basiamo le nostre azioni su questa comprensione e cerchiamo di evitare di far del male agli altri, otteniamo il loro rispetto e la loro fiducia.

Se rispettiamo i nostri colleghi, questo genera fiducia e comprensione nel team. Cerchiamo di evitare di dire qualcosa di cattivo alle spalle delle persone o di fronte a loro, e cerchiamo di essere trasparenti. Inoltre più rispettiamo il nostro cliente, più riceveremo la loro fiducia e la loro fedeltà. Grandi aziende come Zappo hanno fondato il loro modello di business sul rispetto dei bisogni del cliente e sull’imparzialità e la trasparenza tra i lavoratori.

Video: Il XIV Dalai Lama — “La rivoluzione della ritenzione mentale”
Per avviare i sottotitoli, per favore clicca sull’icona “Sottotitoli” nell‘angolo in basso a destra sullo schermo. Per cambiare la lingua dei sottotitoli, per favore clicca sull‘icona “Impostazioni”, poi clicca “Sottotitoli” e scegli la lingua che preferisci.

Riassunto

Possiamo usare cinque principi buddhisti per rafforzare il nostro business. Questi principi sono:

  • Definisci l’obiettivo
  • Affidati a causa ed effetto
  • Sviluppa empatia e compassione per il cliente
  • Ricordati dell’impermanenza e sii flessibile e innovativo
  • Segui principi etici e rispetta i colleghi e i clienti.
Top