Rispettare l'impermanenza

Quando consideriamo il fatto che nella vita in ogni momento tutto cambia, evitiamo di fossilizzarci in modi ormai passati di relazionarci agli altri.

Spiegazione

Impermanenza significa cambiamento: le cose che sono influenzate da cause e condizioni non rimangono mai statiche ma cambiano di momento in momento. Alcune cose, una volta che sono state create, degenerano lentamente e si disintegrano fino a cessare, come il nostro computer, la nostra macchina o il nostro corpo; altre cambiano di momento in momento ma, poiché si rinnovano sempre, non si consumano, come la nostra attività mentale di base da bambino, adulto attivo o paziente anziano malato di Alzheimer; alcune cose crescono e calano, come la temperatura o la qualità della nostra meditazione; certe altre, come le persone su un aereo, si riuniscono e si separano; altre ancora attraversano cicli ripetuti, come le stagioni o il ciclo del giorno e della notte, mentre altre ripetutamente sorgono, perdurano e giungono alla fine, come gli universi secondo la visione buddhista. Esistono molti tipi diversi di impermanenza.

Sfortunatamente a causa del fatto che le nostre menti non percepiscono periodi di tempo in una sola volta e in un unico momento, ci confondiamo e talvolta pensiamo che le cose rimangano statiche e immutabili, come le nostre relazioni, la nostra giovinezza, il nostro umore ecc., e così facendo causiamo a noi stessi infelicità e problemi. Pensiamo ad esempio al caso in cui abbiamo una relazione amorosa con qualcuno: essa è nata per determinate cause e circostanze -  ci trovavamo entrambi nello stesso posto, entrambi cercavamo un compagno, entrambi avevamo altre cose in corso nella nostra vita; con il tempo però quelle condizioni sono cambiate e se manteniamo il tipo di relazione che abbiamo avuto all'inizio nelle prime fasi, non siamo in grado di adattarla quando il nostro partner cambia lavoro, o si trasferisce in un'altra città, o ha un ospite, o fa nuove amicizie, o quando qualcosa di simile accade nella nostra vita. Ci aggrappiamo al modo in cui era la nostra relazione prima e poiché questo irrealistico, soffriamo e siamo infelici.

Nella nostra meditazione concentriamoci sulle varie cose nella nostra vita che sono soggette all’impermanenza e cerchiamo di concentrarci su di esse con la consapevolezza che sono cambiate e continueranno a cambiare col passare del tempo, e prima o poi arriveranno alla fine.

Meditazione

  • Calmati concentrandoti sul respiro.
  • Concentrati sul rapporto con tua madre.
  • Nota come è iniziato - eri un neonato e questo in un certo modo ha influenzato la tua relazione.
  • Poi tu e tua madre siete cresciuti e, da quando eri bambino, adolescente, poi adulto e anche lei è invecchiata, il vostro rapporto è cambiato – non è così?
  • Perfino se morisse o se fosse già morta, sebbene la tua capacità di interagire e relazionarti a lei sia giunta al termine, nota come il tuo atteggiamento e il ricordo di lei cambia e continua a cambiare.
  • Concentrati allo stesso modo sulla tua relazione con tuo padre.
  • Concentrati sulla tua relazione con un partner che ami o che hai amato molto.
  • Concentrati sulla tua vita professionale.

Sommario

L'impermanenza è un fatto della vita e, che ci piaccia o no, tutto cambia continuamente e niente rimane lo stesso per sempre. Quando accettiamo questa realtà, ci rendiamo conto che è inutile aggrapparsi a qualsiasi cosa come se restasse sempre la stessa. Quando siamo in grado di adattarci ai cambiamenti che inevitabilmente si verificano nelle nostre situazioni nella vita, nelle relazioni, nel corpo e così via, evitiamo un bel po’ di infelicità e problemi che altrimenti potremmo avere.

Top